Atuttapagina.it

Omicidio di Federica Mangiapelo, condanna confermata per l’ex fidanzato della ragazza originaria di Alatri

Si conclude la vicenda giudiziaria per la morte di Federica Mangiapelo, la ragazza di Anguillara Sabazia e la cui famiglia è originaria di Alatri, trovata senza vita la mattina del 1 novembre 2012 lungo la spiaggia di Vigna di Valle, sul lago di Bracciano: la Corte di cassazione ha confermato la condanna a 14 anni già emessa dalla Corte d’Assise d’appello nel settembre dello scorso anno nei confronti di Marco Di Muro, ex fidanzato della giovane.
«E finalmente, dopo cinque lunghi anni di attesa, possiamo dirlo: Marco Di Muro è l’assassino di mia nipote Federica. La Cassazione ha confermato la sua condanna in appello a 14 anni di carcere», commenta su Facebook lo zio di Federica, Massimo Mangiapelo.
Il corpo della giovane venne trovato da un passante sulle rive del lago all’alba del 1 novembre. Di Muro, unico imputato al processo per la morte della ragazza, ha sempre sostenuto di non essere presente al momento della morte di Federica, avvenuta in una fredda e piovosa notte di Halloween di cinque fa. Dai giudici è ora arrivata la sentenza definitiva.

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni