Atuttapagina.it

Sanità, oltre 1.000 precari selezionati e stabilizzati nel Lazio: a Frosinone interessati 225 lavoratori

«La più grande stabilizzazione dei lavoratori nella sanità del Lazio mai avvenuta mediante procedure concorsuali. Inizia la stagione della speranza per i lavoratori e le lavoratrici del sistema sanitario regionale». Lo ha annunciato nel pomeriggio il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti.
Sono stati, infatti, indetti a partire dal mese di marzo dell’anno in corso e avviati lo scorso mese di settembre dalla Regione Lazio e dalle Aziende i 277 concorsi riservati a medici, sanitari, infermieri e altri profili di vario tipo impegnati nella sanità pubblica finora con contratto a tempo determinato. Oggi sono state pubblicate le graduatorie di parte delle procedure già concluse, circa 130, che consentiranno ad almeno 700 persone nell’immediato di mettere fine alla precarietà lavorativa, mentre già 399 sono stati stabilizzati in quanto utilmente collocati in graduatorie vigenti di pubblico concorso. Le prime prove scritte sono iniziate lo scorso 16 ottobre; le prove si sono concluse tra la fine di novembre ed i primi giorni di dicembre.
«Per la Regione Lazio uno sforzo enorme mai fatto prima, che si immette perfettamente in un percorso di risanamento dei conti della sanità regionale iniziato dalla giunta Zingaretti nel 2013 – scrive in una nota la stessa Regione Lazio -. Un iter che ha portato anche all’uscita dal commissariamento (prevista entro il 31 dicembre 2018) ratificata solo qualche giorno fa in Consiglio dei Ministri».
L’operazione di stabilizzazione è stata portata avanti in questi anni e condivisa con tutte le organizzazioni sindacali della dirigenza medica e sanitaria e del comparto. Le assunzioni riguardano tutte le Aziende Sanitarie del Lazio. Proseguiranno nei prossimi giorni e verranno completate nel corso dei primi mesi del 2018 le ulteriori procedure indette successivamente da parte delle Aziende. Per quanto riguarda l’Asl di Frosinone, ci saranno 225 stabilizzazioni.

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni