Atuttapagina.it

Veroli, i 4 progetti presentati da cittadini e associazioni che saranno realizzati nel bilancio partecipativo

Pubblicati i dati definitivi del Bilancio Partecipativo 2017 promosso dall’amministrazione comunale di Veroli. Sulla base degli scrutini e degli atti pervenuti dai seggi, con apposita determinazione settoriale sono stati individuati i primi quattro progetti che sono risultati più votati dai cittadini domenica scorsa. “Il teatro la Scalinata”, proposto da Francesca Campoli per la realizzazione di un teatro su struttura già esistente presso la scuola elementare di Santa Francesca, con 474 voti è risultato quello che ha ottenuto più consensi. Seguono: “Segnaletica turistica con QRcode” proposta presentata dalla Pro Loco e Quartieri Veroli Alta, con 415 voti; “Riqualificazione scuola elementare Don Andrea Coccia”, proposta delle Asd San Giuseppe Le Prata e Amici di Castelmassimo, con 410 voti; ed infine il “Giardino con giochi Città dei Ragazzi”, proposta di Sante De Persis, con 231 voti.
I votanti dell’iniziativa sono stati complessivamente 2.259, di cui 1.185 uomini e 1.074 donne, ed i voti non validi sono stati appena 12.
«È stata una domenica di straordinaria partecipazione anche l’edizione 2017 – afferma il sindaco Simone Cretaro – perché seppure registriamo una contrazione di votanti, abbiamo avuto una minore dispersione nelle progettualità presentate e, pertanto, i cittadini si sono organizzati meglio per partecipare a questa iniziativa popolare. Mi corre, quindi, l’obbligo di ringraziare tutti per l’impegno profuso a sostegno del bilancio partecipativo, a dimostrazione dell’interesse verso l’ulteriore sviluppo della nostra comunità attraverso esperienze di valorizzazione delle aggregazioni e confronti democratici che hanno sempre contraddistinto positivamente i nostri cittadini».
Adesso inizierà l’iter amministrativo e tecnico al fine di iniziare, così come avvenuto per le progettualità 2016, l’istruttoria che dovrà portare entro il prossimo anno alla realizzazione dei progetti risultati aggiudicatari del bilancio partecipativo 2017.
«È una procedura, questa, obbligatoria – aggiunge Cretaro – perché è indispensabile rispettare tutte le norme tecniche ed amministrative in materia. Daremo impulso alle progettualità affinché trovino l’attuazione nei tempi stabiliti».

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni