Atuttapagina.it

Idee chiare e tempi rapidi, così il Frosinone ha chiuso un mercato intelligente

Il 17 gennaio il Frosinone aveva già completato il suo mercato, con un paio di settimane d’anticipo rispetto alla chiusura ufficiale della finestra invernale delle operazioni. Quel giorno la società ha ufficializzato l’arrivo di Koné: poi sono serviti pochi altri giorni per capire quali fossero le condizioni di Paganini e decidere di non ingaggiare un sostituto per la fascia destra. Ma quel 17 gennaio, con ampio tempismo, il Frosinone aveva già chiuso il proprio calciomercato.
La società si è mossa con idee chiarissime per rinforzare la rosa. Chibsah e Koné erano i due nomi in cima alla lista delle preferenze ed entrambi sono arrivati in giallazzurro. Ma è stata la rapidità con la quale il Frosinone si è mosso a fare la differenza: i due rinforzi erano a disposizione di Longo già per la ripresa del campionato.
Sono lontanissimi i tempi in cui il Frosinone si riduceva all’ultimo giorno utile per cercare di migliorare l’organico. Oggi quella giallazzurra è una società organizzata e, soprattutto, preparata anche nel pianificare le strategie di mercato. Poi gli acquisti possono rivelarsi azzeccati o sbagliati, ma avere un’idea precisa su come muoversi è tipico dei grandi club. (Gabriele Margani)

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni