Atuttapagina.it

Il Frosinone cade dopo 16 risultati positivi, a Bari il Leone è battuto per 1-0

Finisce a Bari la lunga serie di risultati positivi del Leone: erano 16 le partite consecutive senza sconfitte. I padroni di casa battono il Frosinone per 1-0 e la squadra di Longo viene raggiunta al primo posto della classifica dall’Empoli, in attesa che giochi il Palermo. Nessun dramma: una sconfitta a Bari poteva essere messa in conto, considerato il valore dell’avversario. L’obiettivo della promozione diretta non è affatto compromesso: d’altronde era noto che ci sarebbe stato da battagliare fino alla fine del campionato.
Per la quarta partita consecutiva Longo propone la stessa formazione. I dubbi alla vigilia erano tutti a centrocampo, ma alla fine Matteo Ciofani è confermato sulla destra, così come Chibsah e Maiello in mezzo e Beghetto a sinistra. Il Frosinone cerca subito di imporre il proprio gioco, nei minuti iniziali il Bari è raccolto nella propria metà campo per cercare di recuperare il pallone e proporsi in contropiede. Al 13′ prima iniziativa del match firmata dal Frosinone: Beghetto serve un interessante cross sul quale arriva Ciano, che in rovesciata manda il pallone fuori di pochissimo. Si alza il livello agonistico della partita: le squadre iniziano ad affrontarsi con maggiore intensità. Al 19′ il Bari sfiora l’autogol: sul cross di Beghetto la deviazione di Sabelli costringe Micai alla respinta con i pugni. La squadra di Grosso con il passare dei minuti ha alzato il proprio baricentro e adesso fa sentire la propria pressione al Frosinone fin nella metà campo giallazzurra. Poco dopo la mezz’ora si vedono i biancorossi in fase offensiva: su un calcio d’angolo battuto da Galano, Gyomber anticipa Matteo Ciofani e di destro manda il pallone poco sopra la traversa. Poi, poco prima dell’intervallo, ci provano in rapida successione i fratelli Ciofani, ma prima Daniel e poi Matteo non hanno fortuna. Si va così al riposo sul risultato di 0-0.
La ripresa inizia con le proteste del Frosinone per un contatto nell’area barese tra Dionisi e Sabelli: l’arbitro Di Paolo non ravvisa gli estremi per il calcio di rigore. Poi è Galano a sfiorare il vantaggio con un’azione personale: il tiro in diagonale del numero 11 biancorosso viene respinto in tuffo da Bardi. La squadra di Longo continua a mantenere il possesso del pallone, ma il Bari sembra pericoloso nelle azioni di ripartenza. I padroni di casa, inoltre, stanno cercando di alzare i ritmi per mettere pressione al Leone. E al 18′ proprio la squadra biancorossa passa in vantaggio. calcio d’angolo di Galano e colpo di testa vincente di Kozak che firma la rete dell’1-0. La reazione del Frosinone è affidata al destro di Chibsah, che raccoglie una corta respinta della difesa avversaria e lascia partire una conclusione che termina di poco sopra la traversa. Longo cerca di cambiare qualcosa in attacco e richiama in panchina Ciano per dare spazio a Soddimo. Il Bari, comunque, sembra non soffrire il ritorno del Frosinone, che per il momento non ha saputo reagire al gol dello svantaggio. A nove minuti dal termine Longo effettua una doppia sostituzione, esaurendo così i cambi a propria disposizione: lasciano il campo Dionisi e Matteo Ciofani ed entrano Citro e Paganini. Il Leone adesso è schierato con il 4-2-4, con un attacco composto da Paganini, Citro, Daniel Ciofani e Soddimo. Il Frosinone cerca di sfondare attraverso le corsie laterali mettendo in mezzo una lunga serie di traversoni, ma la difesa del Bari disinnesca i tentativi giallazzurri. E così il Frosinone va incontro alla conclusione della sua lunga serie positiva: il Bari vince per 1-0. In virtù del successo dell’Empoli, adesso il primo posto in classifica è condiviso proprio dai giallazzurri e dalla squadra toscana, in attesa del posticipo di lunedì del Palermo. (Gabriele Margani)

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni