Atuttapagina.it

Il merito di Longo? Aver ridato autostima a una squadra a pezzi dopo la delusione di un anno fa

Nessuna intuizione tattica o abilità nella preparazione atletica potrà superare il vero merito di Moreno Longo in questo campionato. L’allenatore è stato capace di ricostruire mentalmente un gruppo di giocatori uscito a pezzi dalla delusione della stagione passata. Un gruppo di giocatori, tra l’altro, che si è ripresentato ai nastri di partenza dell’attuale torneo con la rosa pressoché invariata, con le sole novità rappresentate da Ciano e Beghetto.
Non era facile riconsegnare autostima e sicurezza a una squadra che aveva chiuso la stagione precedente in quel modo. Si può dire che il “tragico” epilogo dell’eliminazione dai play-off sia stato un colpo più duro rispetto alla retrocessione dalla Serie A di dodici mesi prima. Retrocessione accettata da tutto l’ambiente con maturità. In altre parole, il compito che si presentava a Longo era più arduo di quello di Marino. L’attuale allenatore del Leone ha dovuto rimettere insieme i cocci di uno spogliatoio col morale sotto i tacchi e in brevissimo tempo è riuscito a recuperare dal punto di vista psicologico la sua squadra. Ecco perché, con il Frosinone primo in classifica, i meriti di Longo sono perfino superiori rispetto a quanto si possa pensare. (Gabriele Margani)

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni