Atuttapagina.it

Messico, terremoto di magnitudo 7.2: precipita elicottero in perlustrazione, 2 morti

Una forte scossa di terremoto di magnitudo 7.2 è stata registrata alle 17:39 di ieri ora locale (le 00:39 odierne in Italia) nel sudovest del Messico. Secondo i rilevamenti dell’agenzia sismologica statunitense Usgs, il terremoto ha avuto ipocentro a 25 km di profondità ed epicentro circa 30 km da San Agustn Chayuco nello stato di Oaxaca.
Poco meno di un’ora dopo un’altra forte scossa (magnitudo 5.8) è stata registrata con ipocentro a 9 km di profondità ed epicentro a circa 10 km da Santiago Jamiltepec, sempre nello stato di Oaxaca. Entrambe le scosse sono state avvertita fino alla capitale Città del Messico, a 500 km di distanza. Tanta paura, ma al momento, secondo le autorità, nessuna vittima né danni particolari.
Un elicottero militare con a bordo il ministro dell’interno messicano Alfonso Navarrete e il governatore della provincia meridionale di Oaxaca Alejandro Murat è precipitato nel sud del Messico mentre stava sorvolando le zone colpite dal sisma. Nell’incidente due persone sono morte, mentre il ministro e il governatore sono rimasti lievemente feriti. L’elicottero era in procinto di atterrare quando il pilota ne ha perso il controllo. Le due persone rimaste uccise, ha poi reso noto il ministro Navarrete con un messaggio su Twitter, «si trovavano nel luogo dove è precipitato l’elicottero».
In molte città la gente ha abbandonato gli edifici ed è scesa in strada. La magnitudo della prima scossa, inizialmente valutata 7.5, è stata poi rivista al ribasso, a 7.2.
La scossa è stata chiaramente avvertita fino a Città del Messico: gli edifici hanno oscillato e sono scattati gli allarmi sismici; la scossa è durata oltre un minuto. Avvertita anche in Guatemala, secondo i media internazionali.

Fonte: Il Messaggero

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni