Atuttapagina.it

Cassino, sequestrato un chilo di marijuana in un negozio di Cannabis Light: denunciato il titolare

Nella giornata di giovedì il personale del Commissariato di Cassino, nel corso dei servizi volti a contrastare lo spaccio di sostanze stupefacenti, ha sequestrato oltre un chilo di marijuana in un negozio di “Cannabis Light” di Cassino, denunciando il commerciante per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.
Le certificazioni prodotte dal commerciante non erano sufficienti a scongiurare il sequestro da parte degli agenti della polizia e la sua denuncia all’Autorità Giudiziaria. Infatti, le etichette riportate sui prodotti sequestrati richiamavano la legge (cosiddetta Legge Canapa) che permette agli agricoltori di coltivare cannabis con una soglia di THC fino allo 0,6% senza alcuna ripercussione. Detta legge, però, è destinata esclusivamente alla coltivazione e non alla libera commercializzazione. Inoltre, la cannabis sequestrata avrebbe un THC compreso tra 0,2 e 0,6, rendendola, quindi, una vera e propria sostanza stupefacente ovvero marijuana. È stato rilevato, inoltre, che il commerciante immetteva sul mercato un prodotto proveniente dall’estero e senza essere in grado di indicarne le varietà di origine della canapa commercializzata, elementi indispensabili per certificare la legalità della cannabis. Inoltre, gli agenti hanno rilevato un altissimo contenuto di CBD presente nel prodotto commercializzato, rendendolo un vero e proprio farmaco, quindi nell’impossibilità di commercializzarlo in libera vendita a danno della salute pubblica, in ragione della normativa vigente che vieta la commercializzazione in Italia di farmaci sprovvisti dell’autorizzazione dell’Agenzia Italiana del Farmaco. Sono in corso ulteriori indagini sulla vicenda.

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni