Atuttapagina.it

Dal Ministero dello sviluppo economico fondi pari a 36 milioni di euro per la bonifica della Valle del Sacco

«La Valle del Sacco era stata declassata a sito di interesse regionale: il lavoro dell’amministrazione Zingaretti, di concerto con il Ministero dell’Ambiente, ha fatto sì che potesse tornare ad essere sito nazionale. Questo non ha rappresentato un mero fattore burocratico, ma è stata la premessa fondamentale per far partire la bonifica in maniera concreta e giungere al protocollo siglato ieri al Mise che sblocca, tra i tanti interventi previsti, 36 milioni di euro da utilizzare per la Valle del Sacco. Saranno fondi che daranno il via a prospettive certe per la bonifica e lo sviluppo della Valle. Un lavoro, come detto, iniziato con la battaglia per il riconoscimento SIN di quell’area, proseguito con la perimetrazione definitiva dell’area e con l’approvazione in giunta regionale, su proposta del mio Assessorato, delle delibere per l’analisi delle acque e dei sedimenti, della sperimentazione della fitodepurazione e per gli investimenti sul Presa, il primo presidio ambientale italiano di Anagni. Oggi, con questi fondi a disposizione, la prosecuzione di un’opera che porterà, dopo anni, alla bonifica del sito». Lo dichiara in una nota il consigliere regionale Mauro Buschini.

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni