Atuttapagina.it

Frosinone, il consigliere Riggi: “A rischio i servizi della biblioteca, l’amministrazione investa più risorse”

«La biblioteca comunale “Norberto Turriziani” di Frosinone è una delle principali agenzie culturali istituzionali della nostra città. Oltre ad avere un’importantissima funzione culturale, la biblioteca ogni giorno deve offrire dei servizi ai cittadini e a tanti giovani studenti di Frosinone e della provincia. Qualche anno fa l’amministrazione aveva giustamente pensato di trasferire la biblioteca al “Polivalente”, una sede che rispetto a quella attuale è senza dubbio più confacente alle necessità strutturali e operative del personale e, soprattutto, dell’utenza. Oggi, purtroppo, le possibilità che ciò avvenga si sono notevolmente ridotte a causa delle esigue risorse economiche a disposizione del nostro Comune, ma, va detto, anche a causa della volontà molto debole dell’amministrazione che, probabilmente, ha preferito investire le scarse risorse in altri progetti». Lo scrive in una nota il consigliere comunale di Frosinone, Daniele Riggi.
«Oltre al danno, oggi la biblioteca si trova a dover subire anche la beffa: dopo aver visto svanire il sogno di una nuova sede, adesso sono arrivati pure i dolorosi tagli alla spesa, che hanno ridotto a poche briciole il bilancio a disposizione – prosegue il consigliere comunale -. Gli effetti della spending review sono oramai tristemente noti a chi frequenta la biblioteca: computer per le ricerche personali da tempo rotti e non utilizzabili, accesso ad internet spesso fuori uso, lento e poco congruo ad un posto che vede la presenza di molti studenti, climatizzazione assente in una delle due aule e intermittente nell’altra durante il periodo estivo, carenza di spazi nelle aule studio troppo piccole per una biblioteca di un Comune capoluogo, prestito interbibliotecario saltato, fino ad arrivare all’imponente barriera architettonica, consistente nelle scale che si presentano all’entrata della struttura, che impedisce l’accesso ai disabili o ai genitori che portano con sé bambini nei passeggini. Da giovane ex studente, prima ancora che da consigliere comunale, ritengo inaccettabile che la biblioteca di Frosinone, quindi di una città capoluogo, debba oggi sopravvivere con un bilancio di gestione annuale di poche migliaia di euro, quando per gli eventi e lo spettacolo l’amministrazione dispone di centinaia di migliaia di euro da investire».
«Il sindaco Ottaviani e la Giunta hanno indicato nelle priorità della loro azione di governo la cultura, un obiettivo certamente apprezzabile e condivisibile. Proprio alla luce di questa forte volontà di investire sulla cultura chiedo al sindaco, all’assessore al centro storico Rossella Testa e all’assessore alla cultura Valentina Sementilli un impegno economico serio anche per la nostra biblioteca, che da qualche anno ha serie difficoltà a garantire all’utenza alcuni servizi essenziali. La biblioteca è una risorsa fondamentale per sensibilizzare ed educare i cittadini, soprattutto quelli più giovani, alla fruizione delle risorse culturali; lo ha dimostrato attraverso le diverse iniziative promosse in questi anni che hanno sempre ottenuto riscontri positivi in termini di partecipazione ed apprezzamento. Essa, inoltre, attira ogni giorno molti giovani studenti nel centro storico della nostra città, che oggi più che mai ha bisogno della presenza di giovani e di iniziative culturali per essere rilanciato e valorizzato. Dopo aver investito molte risorse economiche sullo spettacolo e sul tempo libero, nella prima consiliatura, è il momento che l’amministrazione investa denaro anche sulle strutture culturali più importanti della città, che devono diventare punti di riferimento e di richiamo per l’intera provincia e non solo per i cittadini di Frosinone», conclude Daniele Riggi.

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni