Atuttapagina.it

La Miniera di Ripi compie 150 anni, 4 giorni di eventi gratuiti organizzati dal Museo dell’Energia

Dal 15 al 18 marzo, in occasione della ricorrenza dalla prima concessione mineraria dell’11 marzo 1868, l’amministrazione comunale di Ripi e il Museo dell’Energia hanno organizzato un ricco programma di eventi dal titolo “Museo della memoria. Racconti di vita vissuta”.
Il programma è realizzato nell’ambito del progetto “Creativi per natura” del Sistema Museale RESINA e finanziato dall’Assessorato alla Cultura della Regione Lazio per promuovere i musei quali presidi culturali e attori di partecipazione nei loro territori.
Gli eventi hanno il patrocinio del Ministero dello sviluppo economico – Direzione generale per la sicurezza anche ambientale delle attività minerarie ed energetiche – Ufficio nazionale minerario per gli idrocarburi e le georisorse, della Provincia di Frosinone, Consorzio per lo Sviluppo Industriale Frosinone, Banca Popolare del Frusinate, Camera di Commercio di Frosinone, Gal – Versante Laziale del Parco Nazionale d’Abruzzo. Hanno, inoltre, dato il patrocinio l’Ordine dei Geologi del Lazio, SGI – Società Geologica Italiana, AIQUA – Associazione Italiana per lo Studio del Quaternario, AIPAI – Associazione Italiana per il Patrimonio Archeologico Industriale, APVE – Associazione Pionieri e Veterani ENI, Geologia e Turismo.
Per l’occasione si svolgeranno attività culturali, convegni e dibattiti in cui saranno coinvolti esperti in grado di offrire un ampio scorcio sulle vicende storiche, economiche e sulle attività produttive dell’antica miniera di “Petroglie”. Gli eventi si terranno presso i locali del Museo dell’Energia. Luogo ideale, per sua natura, per la divulgazione scientifica di temi legati all’energia e alle nuove politiche di sviluppo economico e produttivo della città di Ripi.
Quando un museo raccoglie insieme scienziati, associazioni e cittadini in un dialogo tra scienza e tradizioni locali si realizzano grandi cose: quattro giorni aperti a tutti tra convegni divulgativi, progetti per le scuole, laboratori interattivi, narrazioni di storie e leggende ed escursioni guidate agli antichi pozzi petroliferi di Ripi.
Gli eventi cominceranno giovedì 15 al museo quando prenderanno il via i lavori delle due giornate di studio dedicate dell’AIQUA – Associazione Italiana per lo Studio del Quaternario in collaborazione con il Museo Preistorico di Pofi, il MUVE e il Museo del Vulcanismo Ernico dal titolo “Uomini, paesaggi e vulcani nel Lazio meridionale”.
Proseguiranno venerdì 16 con un’escursione nell’area di Pofi e la conclusione dei lavori al Museo Preistorico di Pofi.
La mattina di sabato 17 marzo sarà dedicata ai ragazzi delle scuole dell’Istituto Comprensivo Ripi. Alle 10 al museo la conferenza di Federico Brocchieri, vicepresidente di Italian Climate Network. Il tema della conferenza, le connessioni che legano il clima ai temi dello sviluppo sostenibile, dell’economia, delle relazioni internazionali, della salute e dei diritti umani. Nel pomeriggio alle 17:30, in occasione dei 150 anni della miniera, gli esperti racconteranno la storia della ricerca petrolifera in Italia e nel Lazio. Durante gli interventi verrà presentato il bollettino straordinario pubblicato in occasione del 60° dell’Ufficio Nazionale Minerario per gli Idrocarburi e le Georisorse: pubblicazione speciale che ripercorre la storia delle attività minerarie dalla fine dell’Ottocento al 2017 attraverso immagini, foto di repertorio, testimonianze e approfondimenti.
Dopo i saluti del sindaco Roberto Zeppieri, interverranno Gianluigi Sanetti, funzionario presso UNMIG-Roma (Ministero dello Sviluppo Economico), Roberto Bencini e Lorenzo Lipparini (Dipartimento di Scienze della Terra Università degli Studi di Roma “Sapienza”), Elio Bianchi, geologo professionista, Pierluigi Vecchia, coordinatore della sezione di Geologia degli Idrocarburi della Società Geologica Italiana, Ombretta Coppi e Rosalba Urtis, curatrici del BUIG UNMIG 1957-2017 – Bollettino ufficiale degli idrocarburi e delle georisorse (Ministero dello Sviluppo Economico). Sarà presente Mario Rencricca, vicepresidente nazionale di APVE – Associazione Pionieri e Veterani ENI. Modererà gli interventi Federico Varazi (direttore scientifico del Museo dell’Energia).
L’evento è organizzato in collaborazione con l’Ordine dei Geologi del Lazio che riconoscerà 2 crediti per l’aggiornamento professionale dei geologi.
Domenica 18 marzo, infine, sarà la giornata dedicata alle famiglie e al pubblico dei musei. Una giornata-evento per adulti e bambini in età scolare con giochi interattivi, dimostrazioni scientifiche, narrazioni di storie e leggende legate al passato dell’antica miniera petrolifera di Ripi. Le attività si svolgeranno insieme agli operatori del museo, agli “Anziani narranti” dell’Associazione Centro anziani “Zio Nino” di Ripi e all’Associazione Culturale ViviCiociaria. Il museo sarà aperto dalle 11 alle 13 e dalle 15 alle 20. Sarà possibile, inoltre, visitare il sito dei pozzi petroliferi lungo “La via del petrolio”, con una navetta messa a disposizione dal Comune di Ripi (ore 11, 12, 15 e 16). Alle 17 sarà proiettato un episodio del film “La via del petrolio” di Bernardo Bertolucci. La proiezione dello storico film documentario commissionato per ENI da Enrico Mattei nel 1967 sarà introdotta dagli “Anziani narranti”: vecchie maestranze, ingegneri, operai e ragazzini di un tempo che raccontano di luoghi di lavoro, di sacrificio ma anche di incontro e di socializzazione. Luoghi e momenti che hanno segnato la nascita di molte famiglie ripane, alcune delle quali risiedono ancora oggi in paese mentre altre hanno seguito le sorti delle compagnie petrolifere in nord Italia o all’estero, addirittura fino in Albania.
La giornata terminerà con la “La merenda del minatore” dalle 19. Una degustazione di prodotti tipici dell’antica tradizione ciociara a cura di Slow Food Frosinone in collaborazione con la rete dei produttori locali affiliati al museo. Tutti gli eventi sono gratuiti.

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni