Atuttapagina.it

E nella festa per la Serie A il pensiero vola a tifosi, dirigenti e calciatori del Frosinone scomparsi

I giorni della festa, ma anche quelli del ricordo. Ognuno di noi ha un proprio caro scomparso che è stato un tifoso appassionato del Frosinone. Senza dimenticare quei dirigenti, allenatori o calciatori che hanno scritto pagine indimenticabili nella storia del Leone e che oggi non sono più tra noi.
Nei festeggiamenti per la conquista della Serie A non ci si dimentica delle persone scomparse legate al Frosinone. È il caso dei tantissimi tifosi innamorati dei colori giallazzurri: per non far torto a nessuno, ricordiamo solo il compianto Riziero Di Camillo. Poi ci sono i presidenti scomparsi, i tecnici e coloro che da calciatori hanno indossato la maglia del Frosinone. Tra i primi è impossibile non citare il cavalier Benito Stirpe, colui che per primo ha creduto nel sogno della Serie A. Ma tantissimi sono anche i giocatori o gli allenatori che hanno onorato i colori giallazzurri e che sono rimasti nel cuore dei tifosi: Egidio Fumagalli, Piero Del Sette, Franco Gerli, Mario Muffato, Claudio Surina, Alfio Riti e tantissimi altri. E poi figure non strettamente legate al rettangolo di gioco, ma che sono state importantissime nella storia del Frosinone. Come Paolino, custode dello stadio Matusa per 40 anni. O come Umberto Spada, sempre precisissimo con le sue statistiche, o Chicco, il cane mascotte del vecchio impianto di via Marittima. La foto di questo articolo ci piace dedicarla proprio ad Umberto e Chicco. (Gabriele Margani)

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni