Atuttapagina.it

Morolo, successo per il progetto “Canti, riti e tradizioni. Musiche dai borghi tra storia e radici popolari”

La città di Morolo ha ospitato, presso l’Auditorium Comunale, il progetto “Canti, riti e tradizioni. Musiche dai borghi tra storia e radici popolari” ideato e curato da Arcangelo Di Micco.
Il progetto, patrocinato dalla Regione Lazio, ha affrontato temi di altissimo livello culturale legati alla valorizzazione del patrimonio culturale immateriale, in particolare quello dei canti della tradizione popolare orale e scritta.
L’evento, organizzato dall’associazione San Marco di Minturno, attiva nel territorio regionale e nazionale, in collaborazione con l’amministrazione comunale di Morolo, ha visto come protagonisti l’ensemble Ritmi Briganti in trio con Silvia Nardelli e il Coro Comunale di Supino, in un concerto appositamente strutturato per coro e voci soliste, in collaborazione con i musicisti Eva Boni con il flauto traverso, Arcangelo Di Micco con la fisarmonica e Antonio Di Rienzo con i tamburi a cornice, diretti da Pompeo Vernile. È stato così proposto un ricco e variegato repertorio di canti tradizionali popolari interpretati in modo impeccabile, emozionando e coinvolgendo il folto pubblico presente.
Il concerto ha rappresentato un’attività che ha come obiettivo la promozione e valorizzazione non solo delle tradizioni musicali popolari, ma anche rievocare le usanze e i riti attraverso storie, racconti e aneddoti raccolti sull’intero territorio nazionale.
Vivo è stato l’apprezzamento del pubblico che ha ascoltato con particolare attenzione e interesse tutto il programma proposto. Non sono mancati momenti di curiosità quando, al termine, da più parti è stata manifestata la voglia di approfondire la ricerca etnomusicologica legata ai canti della tradizione orale, in particolare quella del territorio laziale.
Grazie alla diretta live streaming, l’evento è stato seguito da migliaia di sostenitori di diverse fasce di età e che anche a distanza hanno dimostrato sensibilità verso le tradizioni e le radici culturali regionali.
L’evento è stato impreziosito dalle autorità presenti in sala, il Sindaco Anna Maria Girolami e i dirigenti della Pro Loco di Morolo a cui vanno, da parte di tutti, i più sentiti ringraziamenti per il sostegno e la disponibilità mostrati.

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni