Atuttapagina.it

Frosinone, al Festival dei Conservatori la finalissima per eleggere i vincitori della sesta edizione

Si concluderà stasera 29 luglio la sesta edizione del Festival nazionale ed europeo dei Conservatori di musica – Città di Frosinone, condotta con la consueta professionalità e bravura dal volto di Rai 1 Mary Segneri.
La manifestazione, organizzata dall’amministrazione Ottaviani e dal Conservatorio “Refice”, con il supporto di Banca Popolare del Cassinate, Consorzio per lo sviluppo industriale di Frosinone, De Vizia, ElettroBlu e L’Auto, si è confermata amatissima tra il pubblico della provincia e non solo. È spettato a Luca Barbarossa il compito di aprire, sabato 7, la kermesse che, per tutto il mese di luglio, ha annoverato l’esibizione di 27 gruppi, di cui 16 in gara per aggiudicarsi le borse di studio assegnate ai primi tre classificati. Cinque i gruppi Erasmus, esclusi dalla competizione, che si sono avvicendati sul palco di piazzale Vittorio Veneto, provenienti da tutta Europa ma anche da Perù e Burkina Faso. Tra allievi e docenti, il numero dei partecipanti ha toccato quota 150, con 16 città coinvolte, italiane e non. Il format del festival, pur continuando a mettere al proprio centro la musica e, quindi, il talento e la bravura dei giovani musicisti italiani ed europei, ha incluso un’importante novità: il concorso a premi “RiscopriAmo il centro storico”, ideato dal Ced comunale, giunto anch’esso alle fasi conclusive dopo la traccia diffusa ieri, che andrà a comporre, al pari degli altri “indizi” resi pubblici da Mary nel corso delle serate, la soluzione del quiz finale. Sempre molto apprezzato il riconoscimento “Città del Leone”, destinato alle eccellenze del nostro territorio che si sono distinte nei settori più diversi: dal professor Italo Biddittu (che con la scoperta dell'”uomo di Argil” ha rivoluzionato la paleontologia) a Giovanni Bernabei (soprannominato dai media nazionali “il contadino di Obama”), dallo scrittore Massimo Roscia al giornalista e inviato Rai Alessandro Cardamone, passando per il professor Gino Scaccia (capo di gabinetto del ministro Toninelli, nonché docente di Istituzioni di diritto pubblico all’Università di Teramo), Gabriele Sulli (campione di judo) e Raniero Testa (tiratore a volo con 7 record del mondo). Piazza gremita anche per assistere allo show dei Jalisse, che si sono rimessi in gioco con grinta dopo “Fiumi di parole”. Grande successo, infine, hanno riscosso anche le esibizioni dei ragazzi del liceo musicale dell’Iis “Bragaglia”, del coro “LietArmonia” del “Giardino delle note” e gli eventi speciali organizzati dal “Refice”, con il memorial “Guidoni”, l’emozionante viaggio nella musica da film di Luca Pincini e Gilda Buttà, i set solisti di Claudio Campadello e Virgilio Volante, la “Lirica sotto le stelle”.
Questa sera 29 luglio la giuria tecnica (composta da Danilo Riccardi, Gerardo Di Lella e Tonino Maiorani) e quella popolare avranno l’arduo compito di designare le formazioni vincitrici: la classifica di sabato vedeva, nei primi tre posti, Giuliano Gabriele ensemble (Frosinone/Salerno), Trillanti (Frosinone) e Birth of Kameleon (Frosinone). Sulla pagina Facebook dell’evento (www.facebook.com/FestivalConservatori) è possibile seguire gli aggiornamenti in tempo reale della classifica. Appuntamento alle 21:15 in piazzale Vittorio Veneto.

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni