Atuttapagina.it

Il caldo non dà tregua, giovedì il picco: bollino rosso a Frosinone e in altre 17 città

È iniziata ieri la settimana più calda dell’estate. Già nel weekend appena passato le temperature hanno subito un brusco rialzo su tutto il centro-nord: le condizioni rimarranno stabili almeno per altri tre giorni. Venerdì 3 agosto, a partire dal centro-sud, sono previsti temporali anche forti, con rischio di grandine: oltre alle regioni meridionali peninsulari, a rischio anche il Lazio, con possibilità di rovesci a Roma. Valori in progressiva crescita nel corso della settimana, fino a 38-39 gradi e, soprattutto, per almeno 3-4 giorni consecutivi. La regione più calda sarà la Sardegna. Aumenterà, inoltre, la sensazione di afa, a causa dell’elevata umidità relativa.
Il picco dell’ondata di calore sarà giovedì. Per dopodomani il bollettino del Ministero della Salute segnala condizioni climatiche con un “rischio elevato” per la salute della popolazione in ben 18 città. Si tratta di Bologna, Bolzano, Brescia, Campobasso, Firenze, Frosinone, Genova, Latina, Milano, Perugia, Pescara, Rieti, Roma, Torino, Trieste, Venezia, Verona e Viterbo. Le massime percepite vanno dai 38 gradi di Bolzano e Latina ai 37 gradi di Milano e Venezia, fino ai 36 di Roma, Firenze e Bologna. Domani, invece, saranno 8 le città in “allarme rosso”. Il bollino rosso, livello 3 dell’emergenza, comporta «condizioni di emergenza (ondata di calore) con possibili effetti negativi sulla salute di persone sane e attive e non solo sui sottogruppi a rischio come gli anziani, i bambini molto piccoli e le persone affette da malattie croniche. Tanto più prolungata è l’ondata di calore – avverte il Ministero – tanto maggiori sono gli effetti negativi attesi sulla salute».

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni