Atuttapagina.it

Fidejussione non valida, il Palermo rischia 8 punti di penalizzazione

Rischia otto punti di penalizzazione e 800 mila euro di multa il Palermo per via della fidejussione sottoscritta con la società Finworld Spa, «soggetto – scrive la Federcalcio – non legittimato ai sensi della normativa statale vigente» e quindi non più utile «nell’ambito del sistema di garanzie previsto dalla Federazione» per rilasciare garanzie fideiussorie per l’iscrizione ai campionati. Nella stessa situazione del Palermo in B c’è anche il Lecce, più altre dieci società di serie C fra le quali il Siracusa. La Federcalcio ha fissato entro il 28 settembre il termine ultimo per depositare presso la Lega di appartenenza la garanzia fideiussoria necessaria per l’iscrizione in campionato, rispettivamente di 800 mila euro per le squadre di B e 350 mila per quelle di C. «L’inosservanza del suddetto adempimento – si legge nel comunicato ufficiale federale – costituisce illecito disciplinare ed è sanzionata, su deferimento della Procura Federale, dagli organi della giustizia sportiva con l’ammenda di euro 800.000 per le società di Serie B e di euro 350.000 per le società di Serie C, nonché con la penalizzazione di otto punti in classifica da scontarsi nel Campionato di competenza 2018/2019».
In serata è arrivata la replica del Palermo al comunicato federale. «La fideiussione – scrive l’avvocato del club Francesco Pantaleone – era stata regolarmente accettata dalla Federazione, che aveva appurato la validità della garanzia rilasciata dalla Finworld spa. Successivamente, la Federazione non ha più ritenuto Finworld soggetto legittimato ai sensi della normativa statale vigente ed ha chiesto alla Società una nuova garanzia fideiussoria. Preso atto di ciò, l’U.S. Città di Palermo sta già provvedendo alla presentazione di una nuova fideiussione entro i termini stabiliti, per assicurare la regolare iscrizione al campionato. In ogni caso, appare incomprensibile e denigratoria la specifica menzione effettuata dalla Federazione relativamente alla posizione dell’U.S. Città di Palermo, poiché detta società ha sin da subito ottemperato puntualmente alle rigide prescrizioni federali».

Fonte: Repubblica.it

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni