Atuttapagina.it

Frosinone, approvato il documento relativo al bilancio

Nell’ultima seduta di Consiglio del Comune di Frosinone sono state approvate le diverse voci relative al settore finanze, tra cui il documento relativo agli equilibri e all’assestamento di bilancio 2018, redatto dagli uffici comunali afferenti all’Assessorato coordinato da Riccardo Mastrangeli.
«Nonostante un oneroso piano di rientro dal debito ereditato dal passato, l’amministrazione Ottaviani continuerà a mantenere alto il livello qualitativo dei servizi, senza apportare alcun taglio alle prestazioni erogate alla cittadinanza – ha dichiarato Mastrangeli -. Nel medesimo tempo il Comune di Frosinone ha abbassato il livello di alcuni tributi comunali, come la Tari, già ridotta infatti del 6,5%. Le altre tariffe e tributi comunali non subiranno alcun aumento, rimanendo invariati. Nel documento approvato sono assicurati anche tutti gli investimenti sui servizi sociali. Investimenti garantiti anche per la manutenzione e per le mense delle scuole, oltre che per il trasporto pubblico (scuolabus). Rimpinguato, inoltre, anche il fondo crediti dubbi.
Ciò è stato reso possibile grazie a un intenso lavoro di carattere giuridico ed amministrativo, nel pieno rispetto del piano di risanamento del bilancio comunale di carattere decennale approvato nel 2013. Ciò significa che non solo è stato evitato il dissesto – che avrebbe penalizzato imprese e cittadinanza sul piano dei servizi e della pressione tributaria – ma siamo riusciti anche a portare avanti investimenti considerevoli in tutti i settori della vita e della macchina comunale nonostante sull’ente gravino ancora, a distanza di anni, i debiti fuori bilancio lasciati in eredità dalle precedenti amministrazioni. La copertura di circa 300 mila euro di ulteriori cifre precedentemente non iscritte a bilancio, ad esempio, è stata trovata nelle maggiori entrate in conto capitale, a seguito di puntuale verifica da parte degli uffici tecnici sulla corretta esecuzione delle opere pubbliche, con relativa applicazione delle penali per inadempimento. Malgrado le difficoltà derivanti anche dalle minori risorse assegnate da Governo centrale e Regione, stiamo centrando un grande obiettivo di efficienza, di programmazione, di razionalizzazione e riduzione della spesa, mettendo così in sicurezza i conti pubblici: obiettivo, questo, ritenuto impensabile fino a qualche anno fa dalla politica e dalla stessa macchina comunale».
In merito alle variazioni approvate, infine, vi sono quelle di un maggior recupero di circa 1,7 milioni di euro da evasione tributaria (Tari), rivolta in modo particolare alle grandi superfici (tra cui quella dove sorge l’Azienda Sanitaria Locale ed altri edifici pubblici) le cui attività di accertamento sono tuttora in corso.

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni