Atuttapagina.it

Serie A, sono 72 i nuovi calciatori stranieri giunti in Italia. Ci sono anche i giallazzurri Campbell, Vloet e Ardaiz

Sono 72, ne sono sbarcati di più e di meno in passato, ma non è questo l’importante. Perché gli stranieri nello sport non andrebbero contati, ma pesati. E questo è un anno particolare per farlo, per tanti motivi. In primis perché ce n’è uno gigantesco, roba che in Italia non si vedeva da quando eravamo il paese calcistico dei balocchi e manco all’epoca si poteva immaginare un atleta con l’impatto mediatico ed economico di Ronaldo. Poi perché è l’anno del primo Mondiale senza l’Italia, dove ha fatto strada chi ha giocato all’italiana: tradotto, insegniamo calcio ma per mille motivi i calciatori li prendiamo altrove anche perché è semplice trovarli già pronti. Terzo punto, che spiega il precedente, da un’intervista a Marco Giampaolo: «Gli stranieri hanno una marcia in più rispetto agli italiani dal punto di vista mentale». E detto da uno che ha plasmato Skriniar o Torreira a livelli Champions, la cosa acquista valore.
Quest’anno poi che c’è la moda dell’usato sicuro (Pastore, Boateng, Keita), nei 72 c’è ancora più ricerca. Stelle affermate, ma anche ragazzi di talento e vecchi bucanieri come Djourou o Srna, che in zona salvezza possono essere briscole vincenti. Tendenze geografiche? Le solite: peschiamo in Argentina e Francia, amiamo i Balcani, riscopriamo il Nordeuropa, da un paio d’anni la Polonia ci piace. Abbiamo un potenziale derby a Genova tra un terzino brasiliano con faccia truce da duro, muscoli guizzanti e Batman tatuato sotto l’occhio (Tavares) e uno serbo che ha letto tutto Shakespeare e sogna di interpretare l’Amleto (Rakicevic). Avremo i soliti ignoti dell’Udinese che si mostreranno e una squadra tradizionalmente nota per l’autarchia come il Sassuolo che per sostituire Acerbi prende un brasiliano dal Barcellona e fa scacco all’Inter con un marocchino reduce dalla salvezza turca. Solo il Parma non ha volti nuovi dall’estero, però vecchi e collaudati sì: si è puntellato con Alves dietro e poi ha piazzato il colpo Gervinho nel finale. Avremo stelle e meteore, come al solito. Ma quest’anno le nuove forze lavoro dall’estero pesano e tanto.
Ecco tutti i 72 nuovi stranieri della Serie A. Solo il Parma non ha preso giocatori dall’estero. Per ciascuno è indicata la nazionalità, l’anno di nascita, il ruolo e la squadra in cui ha giocato l’anno scorso.

ATALANTA
– Arkadius Reca (Polonia, 1995, esterno sinistro, Wisla Plock);
– Emiliano Rigoni (Argentina, 1993, ala destra, Zenit).

BOLOGNA
– Mitchell Dijks (Olanda, 1993, esterno sinistro, Ajax);
– Nehuen Paz (Argentina, 1993, difensore centrale, Lanus);
– Federico Santander (Paraguay, 1991, attaccante, Copenaghen);
– Mattias Svanberg (Svezia, 1999, centrocampista, Malmoe).

CAGLIARI
– Filip Bradaric (Croazia, 1992, centrocampista, Rijeka);
– Ragnar Klavan (Estonia, 1985, difensore centrale, Liverpool);
– Dario Srna (Croazia, 1982, esterno destro, Shakhtar Donetsk).

CHIEVO
– Mauro Burruchaga (Argentina, 1998, centrocampista, River Plate).

EMPOLI
– Michal Marcjanik (Polonia, 1994, difensore centrale, Gdynia);
– Samuel Mraz (Slovacchia, 1997, attaccante, Zilina);
– Jacob Rasmussen (Danimarca, 1997, difensore centrale, Rosenborg);
– Mohamed Said (Svezia, 2000, ala destra, Ogryte).

FIORENTINA
– Edmilson (Brasile, 1996, centrocampista, West Ham);
– David Hancko (Slovacchia, 1997, difensore centrale, Zilina);
– Jordy Gillekens (Belgio, 2000, difensore centrale, Leuven);
– Alban Lafont (Francia, 1999, portiere, Tolosa);
– Kevin Mirallas (Belgio, 1987, attaccante, Everton);
– Christian Noorgard (Danimarca, centrocampista, Broendby);
– Dusan Vlahovic (Serbia, 2000, attaccante, Partizan).

FROSINONE
– Joaquin Ardaiz (Uruguay, 1999, attaccante, Chiasso);
– Joel Campbell (Costarica, 1992, attaccante, Betis);
– Rai Vloet (Olanda, 1995, centrocampista, NAC Breda).

GENOA
– Lorenzo Callegari (Francia, 1998, centrocampista, Psg);
– Koray Gunter (Germania, 1994, difensore, Galatasaray);
– Ivan Lakicevic (Serbia, 1993, attaccante, Granada);
– Krzysztof Piatek (Polonia, 1995, attaccante, Ks Cracovia);
– Esteban Rolon (Argentina, 1995, centrocampista, Malaga);
– Cristian Romero (Argentina, 1998, difensore centrale, Belgrano);
– Rok Vodisek (Slovenia, 1998, portiere, Olimpia Lubiana).

INTER
– Lautaro Martinez (Argentina, 1997, attaccante, Racing).

JUVENTUS
– Emre Can (Germania, 1994, centrocampista, Liverpool);
– Cristiano Ronaldo (Portogallo, 1985, attaccante, Real Madrid).

LAZIO
– Valon Berisha (Kossovo, 1993, centrocampista, Salisburgo);
– Riza Durmisi (Danimarca, 1994, esterno sinistro, Betis);
– Silvio Proto (Belgio, 1983, portiere, Olympiacos).

MILAN
– Tiemoue Bakayoko (Francia, 1994, centrocampista, Chelsea);
– Samuel Castillejo (Spagna, 1995, ala destra, Villarreal);
– Alen Halilovic (Croazia, 1996, centrocampista, Las Palmas).

NAPOLI
– Kevin Malcuit (Francia, 1991, esterno destro, Lilla);
– David Ospina (Colombia, 1988, portiere, Arsenal);
– Fabian Ruiz (Spagna, 1996, centrocampista, Betis);
– Amin Younes (Germania, 1993, ala sinistra, Ajax).

ROMA
– William Bianda (Francia, 2000, difensore centrale, Lens);
– Ante Coric (Croazia, 1997, centrocampista, Dinamo Zagabria);
– Daniel Fuzato (Brasile, 1997, portiere, Palmeiras);
– Justin Kluivert (Olanda, 1999, ala sinistra, Ajax);
– Ivan Marcano (Spagna, 1987, difensore centrale, Porto);
– Steven Nzonzi (Francia, 1988, centrocampista, Siviglia);
– Robin Olsen (Svezia, 1990, portiere, Copenaghen).

SAMPDORIA
– Idir Boutrif (Algeria, 2000, attaccante, Standard Liegi);
– Omar Colley (Gambia, 1992, difensore centrale, Genk);
– Daouda Peeters (Belgio, 1999, centrocampista, Brugge);
– Carlos Tavares (Brasile, 1996, esterno sinistro, Twente);
– Ronaldo Vieira (Inghilterra, 1998, centrocampista, Leeds).

SASSUOLO
– Jeremie Boga (Costa d’Avorio, 1997, ala destra, Birmingham);
– Mehdi Bourabia (Marocco, 1991, centrocampista, Konyaspor);
– Marlon (Brasile, 1995, difensore centrale, Nizza).

SPAL
– Johan Djourou (Svizzera, 1987, difensore centrale, Antalyaspor);
– Lazar Nikolic (Serbia, 1999, attaccante, Partizan).

TORINO
– Ola Aina (Nigeria, 1996, esterno destro, Hull City);
– Bremer (Brasile, 1997, difensore centrale, Atletico Mineiro);
– Koffi Djidji (Costa d’Avorio, 1992, difensore centrale, Nantes);
– Soualiho Meite (Francia, 1994, centrocampista, Bordeaux).

UDINESE
– Darwin Machis (Venezuela, 1993, attaccante, Granada);
– Juan Musso (Argentina, 1994, portiere, Racing);
– Nicholas Opoku (Ghana, 1997, difensore centrale, Club Africain);
– Ignacio Pussetto (Argentina, 1995, ala destra, Huracan);
– Lukasz Teodorczyk (Polonia, 1991, attaccante, Anderlecht);
– Hidde Ter Avest (Olanda, 1997, esterno destro, Twente);
– William Trost-Ekong (Nigeria, 1993, difensore centrale, Bursaspor);
– Felipe Vizeu (Brasile, 1997, attaccante, Flamengo).

Fonte: Giulio Di Feo – La Gazzetta dello Sport

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni