Atuttapagina.it

Rapporto Uil, aumenta il ricorso alla cassa integrazione in provincia di Frosinone

L’8° Rapporto 2018 svolto dalla Uil, che sta monitorando mese dopo mese la situazione legata all’ammortizzatore sociale, ha messo in luce l’aumento del 42,4% del ricorso alla cassa integrazione in provincia di Frosinone nei primi otto mesi del 2018 rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Il territorio ciociaro risulta al 7° posto tra le province che hanno subìto il maggior incremento (42,4%) dallo scorso gennaio ad agosto. A guidare la classifica è Latina che ha fatto registrate una crescita vertiginosa del 180%, poi Enna, Catanzaro, Verbania, Cuneo e Pordenone. Dietro Frosinone ci sono Isernia, Siena e Cagliari. Bene, invece, le provincie di Oristano e Taranto, il cui ricorso alla CIG è diminuito rispettivamente del 90% e dell’81%.
Entrando nel dettaglio, in provincia di Frosinone ad aumentare sono state, in particolare, le ore di cassa integrazione ordinaria passate dalle 514.518 del 2017 ad 1.478.332 con un incremento del ben 187,3%. A rendere un po’ meno amaro il bilancio è il calo del 97,9% del ricorso alla CIG in deroga passata dalle 723.322 ore a 15.092. In aumento anche la cassa integrazione straordinaria (+74,5%) passando da 841.458 ore a 1.468.413.
«Dati che mettono in evidenza – sottolinea la segretaria generale della Uil Frosinone, Anita Tarquini – le difficoltà economiche in cui versano le nostre aziende sempre costrette, oggi come nel passato, a ricorrere agli ammortizzatori sociali per far fronte alla crisi. Segno che in provincia di Frosinone il periodo difficile non è alle spalle e che la ripresa non ha neppure sfiorato il nostro territorio».
«Preoccupante – conclude Anita Tarquini – la crescita delle domande di Naspi che hanno superato le aspettative». Sul sito www.uil.it è possibile leggere lo studio completo e accedere a tutti i dati.

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni