Atuttapagina.it

Calabria, i nubifragi lasciano una scia di devastazione

Situazione drammatica in Calabria e nel nord della Sicilia. Scuole chiuse, famiglie evacuate dalle loro case. Il ponte delle Grazie, sulla Provinciale 19, nel comune di Curinga nel lametino, è crollato. Sulla stessa provinciale uno smottamento ha coinvolto due auto. Nella zona di Lamezia è esondato il torrente Cantagalli allagando le case. Una mamma e suo figlio di 7 anni sono morti travolti da un torrente durante un nubifragio in Calabria. Disperso l’altro figlio della donna, di due anni. La tragedia è avvenuta nei comuni di San Pietro a Maida e San Pietro, nei pressi di Lamezia Terme.
I corpi della mamma e di uno dei due figli dispersi nei pressi di Lamezia Terme a seguito dell’ondata di maltempo che ha colpito la Calabria sono stati ritrovati dai Vigili del Fuoco. Le vittime sono state ritrovate nel letto di un torrente nei comuni di San Pietro a Maida e San Pietro Lametino. Sono in corso le ricerche del secondo figlio della donna che risulta ancora disperso.
La vettura è stata trovata: i lampeggianti erano accesi. La donna è Stefania Signore, i figli hanno 7 e 2 anni. L’allarme era stato lanciato dai parenti anche tramite un appello sui social. L’auto vuota è stata trovata nei pressi di San Pietro Lametino, zona industriale della città dove si sono verificati allagamenti, e due operai, rifugiatisi sul tetto di un capannone, erano stati soccorsi dai Vigili del Fuoco.
Alcune famiglie sono state evacuate a causa delle esondazioni e del rischio frane conseguenti ai nubifragi che hanno colpito soprattutto la provincia di Catanzaro. A San Vito sullo Ionio l’evacuazione è stata disposta a causa delle esondazioni di fiumare e torrenti. In particolare il torrente Scorsone è straripato in più punti, travolgendo alberi, strade, muri e palificazioni delle linee elettriche. L’acqua ha raggiunto il metro e mezzo di altezza. Evacuati anche a Monterosso Calabro per una grossa frana.
In sole sei ore su alcune zone della Calabria, soprattutto sulla provincia di Catanzaro, sono caduti 300 millilitri d’acqua e 370 nell’arco delle 24 ore. Il dato è stato riferito dal responsabile della Protezione Civile regionale Carlo Tansi. Già stamani Tansi è stato collegato in teleconferenza con il capo nazionale della Protezione Civile Angelo Borrelli e con il direttore dell’ufficio emergenze del Dipartimento Luigi D’Angelo per un primo esame della situazione.
Il ponte delle Grazie, sulla Strada Provinciale 19 nel comune di Curinga, nel lametino, è crollato in seguito all’ondata di maltempo che si è abbattuta su tutta la provincia di Catanzaro. Numerosi smottamenti hanno interessato altre strade. Sulla stessa provinciale un ulteriore smottamento ha interessato due vetture. Secondo quanto riferito dai Vigili del Fuoco, non si sono registrati danni a persone.

Fonte: Rai News

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni