Atuttapagina.it

Frosinone, a novembre due domeniche ecologiche

Nell’ambito dei provvedimenti volti al risanamento della qualità dell’aria, nel mese di novembre saranno istituite a Frosinone due domeniche ecologiche, l’11 e il 25, dalle ore 8 alle 18. Gli interventi programmati per la limitazione del traffico veicolare per l’anno 2018-2019 avverranno nell’area urbana circoscritta dalle seguenti strade: da via Tiburtina, piazza Madonna della Neve, via Madonna della Neve, via Marco Tullio Cicerone (dall’incrocio con via Madonna della Neve), viale Volsci, via Simoncelli, via Vado del Tufo, viale Europa, via Marittima (dall’incrocio con viale Europa), via Puccini, via Pasta, via Pierluigi da Palestrina, via San Giuliano, via Vivaldi, via Verdi (dall’incrocio con via Vivaldi), viale America Latina, via Marconi, via Fosse Ardeatine, via San Gerardo (senso unico in discesa), via Don Buttarazzi, via Ferrarelli (dall’incrocio con via Don Buttarazzi), via Caio Mario, via Maria (dall’incrocio con via Caio Mario) fino all’incrocio con via Tiburtina;  limitatamente al tratto stradale di via Sacra Famiglia, uscita obbligata su via Pasta (sottopasso ferroviario); limitatamente a via Mascagni, è vietato il transito sul tratto di piazzale Pertini e di via Monteverdi in direzione piazzale Kambo. Su tali strade la circolazione non è assoggettata a restrizioni ed è, comunque, consentito l’accesso di tutti i tipi di veicoli per raggiungere la più vicina area destinata a parcheggio (da cui sarà, quindi, possibile recarsi presso le varie zone del centro urbano mediante i servizi di trasporto pubblico), come piazza Salvo D’Acquisto, piazza Falcone e Borsellino (antistante la Villa Comunale), piazza Martiri delle Foibe (parcheggio Questura, in via Vado del Tufo). L’11 e il 25 novembre sarà in vigore, dunque, il divieto di circolazione nell’area urbana circoscritta per tutti i veicoli ad uso privato e sulla fascia urbana di via dei Volsci (ex SS 156 Monti Lepini) dei veicoli con massa complessiva a pieno carico superiore a 3,5 t. Saranno esentati dai divieti i veicoli adibiti a pubblici esercizi, a servizio di persone invalide e quelli comunque autorizzati per esigenze speciali, oltre che i veicoli elettrici e a propulsione ibrida.
Sarà, inoltre, istituita una commissione intercomunale con gli altri comuni del circondario, in modo tale che le domeniche ecologiche potranno essere concepite all’interno di un’area più vasta rispetto a quella del singolo comune, tenuto conto del fatto che l’aria tende a spostarsi da un comune all’altro, proprio per le caratteristiche chimico-fisiche, tendendo a vanificare i provvedimenti emessi nell’ambito di territori troppo ristretti o, comunque, circoscritti.
«La salute dei cittadini deve essere la priorità di ogni amministrazione pubblica – ha dichiarato il sindaco Nicola Ottaviani -. Per questo motivo siamo tutti chiamati a compiere qualche sforzo in più in funzione dell’effettività del diritto alla salute. È dimostrato come la diminuzione della circolazione stradale dei veicoli a motore incida positivamente sul livello di qualità dell’aria: ognuno di noi, dunque, può contribuire fattivamente, con un piccolo sacrificio, all’abbassamento dei livelli di PM10. L’amministrazione comunale, negli ultimi anni, ha rinnovato completamente la flotta del trasporto pubblico locale, introducendo tutti mezzi euro 5, euro 6, a metano e, dunque, a basso impatto emissivo, diventando, in questo settore, uno dei capoluoghi più all’avanguardia in Italia.  Su questa materia non può esserci mai un punto d’arrivo, ma è necessario verificare, anno per anno, il miglioramento della qualità complessiva dell’ambiente urbano».

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni