Atuttapagina.it

Maltempo, forti piogge e grandinate: strade e scuole chiuse in diverse città

Allagamenti, alberi caduti, strade e scuole chiuse. Il maltempo torna a colpire l’Italia e sono diverse le città, da nord a sud, che hanno subito pesanti disagi dopo le forti piogge e le grandinate di ieri sera. Da oggi, poi, il termometro dovrebbe scendere drasticamente, con un calo delle temperature che raggiungerà anche gli 8-10 gradi.
Forti piogge, grandine e vento hanno colpito la Capitale, dove alcuni automobilisti sono rimasti bloccati sui tetti delle auto dopo essere riusciti ad uscire dalle macchine per mettersi in salvo. La grandine ha ricoperto l’asfalto in molte zone della città, compreso il centro storico. Veri e propri blocchi di ghiaccio galleggiavano ieri sera su via Palmiro Togliatti dove l’acqua ha raggiunto un metro di altezza. Le stesse auto di servizio dei vigili sono rimaste bloccate perché semisommerse. Chiuse sei stazioni della metropolitana e una della ferrovia regionale Roma-Viterbo. Le stazioni sono state tutte riaperte questa mattina.
Scuole chiuse oggi a Pescara per maltempo. «A causa delle copiose piogge che si stanno abbattendo sulla città, del previsto peggioramento delle condizioni meteo e dei disagi che tale situazione arreca alla circolazione di diverse zone cittadine, il sindaco Marco Alessandrini si prepara a firmare l’ordinanza di sospensione della didattica». È quanto pubblicato poco prima delle 8 sul sito e sulla pagina Facebook del Comune. Nel frattempo molti alunni e studenti di scuole elementari, medie e superiori – pendolari, ma non solo – avevano già raggiunto gli istituti dove però, nella maggior parte dei casi, hanno trovato i cancelli chiusi. E i cittadini protestano. «Caro sindaco, fate ridere. Abbiamo trovato i cancelli chiusi e lei si sta preparando a firmare l’ordinanza? Pescara mai così in basso», commenta un genitore, mentre un altro riepiloga: «Grazie di provvedere alla sicurezza dei cittadini, ma i miei figli sono già usciti perché, nonostante io abbia controllato il sito ufficiale e Facebook del Comune, fino alle 8 non vi era nulla. Ora è un grosso problema riportarli a casa. Vi invito calorosamente a organizzarvi prima le prossime volte». E il sindaco in una nota si è poi scusato con la cittadinanza.
Allerta gialla in Sicilia dove il maltempo continua a imperversare. Allagamenti in numerose zone della città e alberi caduti anche per il forte vento. È il primo bilancio dei danni del nubifragio che la notte scorsa si è abbattuto su Palermo. Numerose le squadre dei vigili del fuoco impegnate a prestare soccorsi. La zone maggiormente interessate sono via dell’Olimpo, Favorita, via Bonanno a Montepellegrino. In via Falconara numerosi alberi si sono abbattuti sulla strada e anche su delle auto. Allagamenti si sono registrati in via Messina Marine e via Ugo La Malfa. Interventi dei pompieri per danni dal maltempo anche a  Ficarazzi e a Campofelice di Roccella.
La provincia di Enna conta i danni dopo il violento nubifragio che ieri sera si è abbattuto a Piazza Armerina con strade trasformate in torrenti e fango e detriti che hanno sfigurato la città  dei mosaici e travolto numerose auto, alcune delle quali sono rimaste bloccate nei sottopassi. Decine le frane. Crollato il muro di una casa e le tre persone all’interno sono state salvate dai vigili del fuoco. Evacuate cinque famiglie per precauzione. Diverse auto sono state travolte. In fiamme un capannone e alcuni mezzi a causa di un incendio provocato da un fulmine. Resta alta l’attenzione. E oggi le scuole sono rimaste chiuse su decisione dell’amministrazione comunale.

Fonte: Rai News

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni