Atuttapagina.it

Frosinone, domenica ecologica l’11 novembre: le disposizioni sulla circolazione stradale

Nell’ambito dei provvedimenti volti al risanamento della qualità dell’aria, l’11 novembre si terrà a Frosinone la domenica ecologica dalle ore 8 alle ore 18. Gli interventi programmati per la limitazione del traffico veicolare per l’anno 2018-2019 avverranno nell’area urbana circoscritta dalle seguenti strade: da via Tiburtina, piazza Madonna della Neve, via Madonna della Neve, via Marco Tullio Cicerone (da incrocio con via Madonna della Neve), viale Volsci, via Simoncelli, via Vado del Tufo, viale Europa, via Marittima (da incrocio viale Europa), via Puccini, via Pasta, via Pierluigi da Palestrina, via San Giuliano, via Vivaldi, via Verdi (da incrocio via Vivaldi), viale America Latina, via Marconi, via Fosse Ardeatine, via San Gerardo (senso unico in discesa), via Don Buttarazzi, via Ferrarelli (da incrocio via Don Buttarazzi), via Caio Mario, via Maria (da incrocio via Caio Mario) fino all’incrocio con via Tiburtina; limitatamente al tratto stradale di via Sacra Famiglia, uscita obbligata su via Pasta (sottopasso ferroviario); limitatamente a via Mascagni, è vietato il transito sul tratto di piazzale Pertini e di via Monteverdi in direzione piazzale Kambo. Su tali strade, secondo le indicazioni dell’Assessorato all’ambiente, la circolazione non è assoggettata a restrizioni ed è, comunque, consentito l’accesso di tutti i tipi di veicoli per raggiungere la più vicina area destinata a parcheggio (da cui sarà, quindi, possibile recarsi presso le varie zone del centro urbano mediante i servizi di trasporto pubblico), come piazza Salvo D’Acquisto, piazza Falcone e Borsellino (antistante la Villa Comunale), piazza Martiri delle Foibe (parcheggio Questura, in via Vado del Tufo). L’11 novembre sarà in vigore, dunque, il divieto di circolazione nell’area urbana circoscritta per tutti i veicoli ad uso privato e sulla fascia urbana di via dei Volsci (ex SS 156 Monti Lepini) dei veicoli con massa complessiva a pieno carico superiore a 3,5 t. Saranno esentati dai divieti i veicoli adibiti a pubblici esercizi, a servizio di persone invalide e quelli comunque autorizzati per esigenze speciali, oltre che i veicoli elettrici e a propulsione ibrida.
«La salute dei cittadini deve essere al centro dell’azione di ogni amministrazione – ha dichiarato il sindaco Nicola Ottaviani -. Qualsiasi provvedimento volto alla tutela del diritto alla salute, però, può risultare efficace solo con il coinvolgimento e la collaborazione di tutti i cittadini. Ognuno di noi, quindi, è chiamato a compiere qualche piccolo sacrificio a beneficio dell’intera comunità e della qualità dell’aria che tutti respiriamo. L’abbassamento dei livelli di PM10 è un obiettivo, quindi, che possiamo realizzare anche mediante la diminuzione della circolazione e privilegiando, in alternativa, l’uso del trasporto pubblico locale. Del resto l’amministrazione comunale, negli ultimi anni, ha rinnovato completamente la flotta dei mezzi, oggi tutti euro 5, euro 6, a metano e, dunque, a basso impatto emissivo, diventando in questo settore uno dei capoluoghi più all’avanguardia in Italia. Infine, l’apertura del nuovo parco urbano del Matusa e l’incremento delle piste ciclabili in città, unitamente alla chiusura del vecchio deposito Cotral di piazzale Kambo, favoriranno, ulteriormente, la cultura del rispetto dell’ambiente e nuovi modelli di socializzazione per l’intero territorio».

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni