Atuttapagina.it

Mala Terra, come hanno avvelenato l’Italia: a Colleferro la presentazione del libro di Marina Forti

Un’iniziativa curata dalla Rete per la Tutela della Valle del Sacco – Retuvasa. È quella relativa alla presentazione dell’ultimo libro di Marina Forti “Mala Terra. Come hanno avvelenato l’Italia”.
L’appuntamento è sabato 17 novembre alle ore 17 presso l’Aula Consiliare del Comune di Colleferro in piazza Italia, 1.
Per decenni gli scarti delle attività industriali sono finiti nella terra che abitiamo. Il fumo delle ciminiere ha impestato l’aria; gli scarichi hanno avvelenato l’acqua. Conviviamo, e convivremo a lungo, con la diossina nei giardini pubblici, il piombo nei terreni, il Pcb e gli idrocarburi nelle falde idriche. Marina Forti ci porta in alcuni dei luoghi più inquinati d’Italia e ce ne racconta la storia, le bonifiche mancate, la mobilitazione dei cittadini, l’emergere di una coscienza ambientalista, lo scontro tra le ragioni del lavoro e quelle della salute.
Non poteva mancare la Valle del Sacco, raccontata e analizzata nel capitolo 3, “La città-fabbrica sul fiume Sacco”, attraverso paragrafi come: “Le mucche e il cianuro”, “Ogni volta sulla valle del Sacco tornava il silenzio”, “Il bioaccumulo nel sangue”, “La mappa del rischio dal fiume Sacco al Liri”, “Contaminazioni multiple”, “Fabbriche chiuse e disastro ambientale”.
Un appuntamento da non perdere nell’aula consiliare che il Comune di Colleferro mette a disposizione per questo evento per scoprire insieme come ci hanno avvelenato e come possiamo creare un antidoto.
Marina Forti è una giornalista, autrice del blog “Terraterra online. Cronache da un pianeta in bilico”. Si occupa principalmente di temi legati all’ambiente, ai conflitti per le risorse naturali e all’immigrazione ed è stata caporedattrice e caposervizio degli esteri per il quotidiano “Il Manifesto”, prima di avviare una collaborazione con “Internazionale”. Ha viaggiato a lungo in Iran, in Asia meridionale e nel sudest asiatico e la sua rubrica “Terraterra” ha ricevuto nel 1999 il Premiolino, dedicato al giornalista del mese. Tra le sue pubblicazioni si ricordano “La signora di Narmada. Le lotte degli sfollati ambientali nel Sud del mondo” (Feltrinelli, 2004, vincitore del premio “Elsa Morante” per la comunicazione nel 2004), “Il cuore di tenebra dell’India. Inferno sotto il miracolo” (Bruno Mondadori, 2012) e, appunto, “Mala terra. Come hanno avvelenato l’Italia” (Laterza, 2018).

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni