Atuttapagina.it

Spray al peperoncino vietato a Capodanno, previste maxi multe

Spray al peperoncino vietato a Capodanno in molte città italiane: l’arma di autodifesa completamente legale in Italia non è la benvenuta ai festeggiamenti in piazza e sindaci di grandi e piccoli comuni l’hanno messa al bando per evitare che si possano ripetere situazioni simili a quelle che hanno provocato la strage di Corinaldo.

«Il problema non è lo strumento, il problema è l’uso che se ne fa perché lo spray al peperoncino, che ha salvato tante donne da aggressioni, stupri e rapine, usato male può essere pericoloso come un paio di forbici o un mattarello». Lo ha detto Matteo Salvini, vicepremier e ministro dell’Interno, rispondendo a un giornalista che gli chiedeva di possibili limitazioni per la vendita ai minorenni dello spray al peperoncino. Salvini ha parlato in conferenza stampa al termine della riunione del Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica a Firenze: per il Capodanno in città il sindaco Dario Nardella ha vietato l’accesso a piazzale Michelangelo con lo spray. «Se uno va in piazza con lo spray al peperoncino è un cretino che prima va curato e poi va portato per due giorni al fresco, così gli passa la voglia». Fatto sta che vari sindaci hanno deciso di vietare lo spray, prevedendo anche maximulte fino a 500 euro.

Nel Lazio il presidente del Consiglio regionale Daniele Leodori ha inviato una lettera a tutti i sindaci della regione invitandoli a vietare uso e vendita dello spray al peperoncino durante le festività. La richiesta ha già trovato l’appoggio del sindaco di Fiumicino, Esterino Montino.

Fonte: Il Messaggero

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni