Atuttapagina.it

Terremoto di 4.2 tra le province de L’Aquila e Frosinone, non segnalati danni a persone o cose

Un forte terremoto è stato registrato al confine tra Lazio e Abruzzo alle 19:37. L’Istituto nazionale di vulcanologia ha registrato una magnitudo di 4.2 con epicentro a Collelongo, in provincia de L’Aquila. La profondità rilevata è stata di 17 chilometri. Il sisma è stato avvertito in una vasta area, da Avezzano a Sora e fino a Cassino e Frosinone. Grande allarme tra la popolazione con messaggi sui social network e gente scesa in strada soprattutto nei paesi della Ciociaria. Il terremoto più debolmente è stato avvertito anche nella zona sud-est di Roma e nell’area metropolitana e persino a Formia e Pescara.

La scossa di terremoto delle 19:37 è avvenuta nella zona della piana del Fucino, vicino alla località di villeggiatura di Villavallelonga. Il sisma è stato avvertito anche in tutta la Valle di Roveto e nel Sorano. Alla prima scossa ne è seguita un’altra, alle 19.53, di magnitudo molto inferiore, pari a 0.9. Poco dopo una terza scossa di magnitudo 1.4. Paura in tutta la Marsica: ad Avezzano le persone si sono riversate nelle strade. Al momento non risultano chiamate d’emergenza al 118.

Dalle prime verifiche effettuate dalla Sala Situazione Italia del Dipartimento della Protezione Civile non risultano danni a persone o cose.

Fonte: Il Messaggero

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni