Atuttapagina.it

Frosinone, Baroni è duro: “Spariti dopo il rigore, è inaccettabile”

«Dopo il rigore siamo spariti, è inaccettabile». Marco Baroni è arrabbiato dopo il ko di Empoli che, di fatto, riduce al lumicino le speranze salvezza del Frosinone: «Sono dispiaciuto per la sconfitta, ma in particolare per l’atteggiamento negativo che abbiamo avuto dopo il calcio di rigore subito. Di fatto abbiamo subito il contraccolpo psicologico e abbiamo smesso di giocare nel primo tempo, dopo aver comunque iniziato discretamente la partita. Non c’è una spiegazione. Almeno qualche segnale positivo nella ripresa c’è stato e da quello ripartiamo».

Il Frosinone, di fatto, è entrato in partita solo nella ripresa: «Potevamo subire molto di più delle due reti nella prima frazione, ma nell’intervallo ho tirato le fila della squadra, l’ho provata a scuotere a livello mentale e i giocatori hanno ritrovato compattezza. Ci siamo liberati forse dalle pressioni e potevamo anche pareggiare. Peccato perché dopo una gara del genere rimane il rammarico per non aver affrontato tutto il match con eguale mentalità. È la prima partita sotto la mia gestione in cui emergono in maniera così netta le nostre fragilità».

Malgrado il risultato negativo, Baroni non vuole parlare di retrocessione alle porte. «Non dobbiamo fare calcoli da qui a fine campionato, dobbiamo liberarci dalle pressioni e pensare solo gara dopo gara. Paghiamo nella tenuta mentale alcuni episodi e raccogliamo meno di quanto meritiamo. Dispiace perché qualche risultato positivo in più ci avrebbe dato maggior spinta per l’ultima parte del torneo, ma per rispetto della società, di noi stessi e dei tifosi dobbiamo onorare gara dopo gara fino alla fine di questa stagione», conclude.

Fonte: Repubblica.it

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni